clip image028 clip image030

logo fmi

Maxxis Prestige, ancora un sigillo di Nicholas Lapucci

4f2a3d69 5a08 47b3 b630 5a8e9cda1949A Cingoli nuova doppietta per il neocampione italiano della Mx1. Nella Fast trionfi tricolori di Bertuccelli, Mattia Roncaglia e Albertoni
Comunicato stampa FXAction 11.10.2020

Cingoli (MC) – Chiusura in grande stile per il campionato italiano Maxxis Prestige. La quarta e ultima prova, sullo storico e sempre bellissimo tracciato di Cingoli, manda in archivio la stagione 2020 del più importante campionato nazionale di motocross sotto il segno del suo padrone incontrastato, Nicholas Lapucci (KTM – Over competition).

 

 

 

 

2085e022 391c 4ecd 9a37 6f575665cbf4

Nicholas Lapucci

ELITE
Nicholas Lapucci festeggia il titolo conquistato nella scorsa gara di Ponte a Egola con un’altra doppietta da dominatore. Il toscano conduce la prima manche dal primo all’ultimo giro, davanti al sorprendente argentino Joaquin Poli (Kawasaki), autore della holeshot. Per la terza piazza è bagarre fino alla fine, con David Philippaerts (Yamaha – Gorlese Mario Colombo) che precede Ramon Savioli (KTM – Amsil racing) e Davide De Bortoli (Honda – Krosteam Gaerne).
Matteo Puccinelli (Yamaha – Megan racing) è il migliore della Mx2 col nono posto assoluto, poi ci sono Gianmarco Cenerelli (Husqvarna – Scintilla) undicesimo e Filippo Zonta (KTM – Gaerne) dodicesimo.

In gara-2 holeshot Ufo Plast a Samuele Bernardini (Yamaha – Sassello), che però perde terreno a vantaggio di Philippaerts e Lapucci. Il neocampione italiano prende la prima posizione al terzo giro e non la molla più fino al traguardo, con Philippaerts che deve accontentarsi della piazza d’onore. Stefano Pezzuto (KTM – Bbr offroad) termina terzo dopo un bel duello con De Bortoli, mentre Bernardini retrocede fino alla quinta posizione.
Con un sorpasso a due giri dalla fine su Puccinelli, Cenerelli conquista la sesta posizione, che gli vale il successo di giornata della Mx2. Zonta, penalizzato da troppe cadute, è di nuovo terzo di categoria.

 4e1b179a cd73 4553 9e7f 722c9d44065e

Gianmarco Cenerelli - ph. Mxreport

L’assoluta di giornata premia Lapucci in Mx1, davanti a Philippaerts e Poli. Nella Mx2 successo di Cenerelli su Puccinelli e Zonta.

Premiazioni e medaglie Fmi per i nuovi campioni italiani, che vengono incoronati direttamente sul podio di Cingoli. Nicholas Lapucci in Mx1 precede David Philippaerts e Samuele Bernardini, mentre Mattia Guadagnini (Husqvarna – Ardosa) si conferma campione della Mx2 davanti a Gianmarco Cenerelli e Filippo Zonta.

 a7cf6686 8030 4603 9cd5 a209602261dc

Partenza Elite - ph. Motocrossaddiction

FAST
Finale al cardiopalma per il campionato Fast Mx1, con Giovanni Bertuccelli (KTM – Pardi) che si aggiudica l'ennesimo titolo italiano della sua carriera con una grande doppietta, nonostante un brivido in gara-2 dopo un contatto con Tomas Ragadini (Suzuki – Rt 973 Mx school). Il suo rivale Marco Roncaglia (KTM – Sm Action Migliori), atteso all’assalto finale, non riesce nel colpaccio ed è terzo assoluto, chiudendo così il campionato alla piazza d’onore. Risultati inversi per Alessandro D’Angelo (Suzuki – Bbr offroad): secondo di giornata e terzo in campionato.

La classe 2 tempi è un susseguirsi di colpi di scena, con i duellanti Alessandro Albertoni (KTM – Brilli Peri) e Jimmy De Nicola (TM – Dg) alle prese con cadute e problemi meccanici. Alla fine è Albertoni a raccogliere il punteggio migliore per il titolo italiano, con De Nicola che deve accontentarsi della piazza d’onore e Nicola Matteucci (Yamaha – Megan racing) costretto al terzo posto per un infortunio che gli fa saltare la gara di Cingoli.
Fuori i protagonisti abituali, nelle Marche il podio è occupato da volti nuovi: Ciro Tramontano (Husqvarna – Cerbone) primo, Davide Costantini (Yamaha – Simoncini racing) secondo e Davide Reggiani (Husqvarna – Bisso Galeto) terzo.

 84a8fd5e 8386 4b1d a388 4958da16098c

Podio Fast Mx1 - ph. Mxreport

Nella Mx2 Marco Roncaglia (KTM – Sm Action Migliori) corre una gara tattica e non va oltre il sesto posto assoluto, ma tanto gli basta per laurearsi campione italiano, visto il vantaggio che aveva incamerato nelle prove precedenti. A Cingoli il mattatore è Federico Tuani (Husqvarna – Berbenno), che domina nettamente entrambe le manche, con Lorenzo Corti (KTM – Parini) sempre secondo e il portacolori di casa Angelo Fabbri (KTM – Mbl racing Fagioli) terzo.
In campionato Roncaglia precede Corti e Tuani.

CHALLENGE HONDA RED MOTO
Nonostante una caduta lo costringa al ritiro in gara-2, Marco Paganini (Krosteam Gaerne) vince la giornata e il titolo della Mx1, precedendo sul podio di Cingoli Stefano Sonego (Gaerne) e Marco Valsangiacomo (Fossano). La Mx2 va al vincitore del trofeo, Antonio Mancuso (Lion Montegranaro), davanti a Matteo Borghi (Intimiano Natale Noseda) e Matteo Ungaro (Parini).

 dfeacf3f 9aca 4533 be21 e9c543b7d778

Mattia Roncaglia - ph. Redbaz

Coi podi di Cingoli si chiude la stagione 2020 del campionato italiano Maxxis Prestige, che FXAction Group e Federmoto, grazie all’infaticabile lavoro dei moto club organizzatori, è riuscita a mettere in archivio con successo, nonostante l’infinita serie di difficoltà provocate dall’emergenza Coronavirus. Con la speranza nel cuore di tutti che dal 2021 si possa tornare a vivere lo spettacolo del motocross in maniera più serena.

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO
FXACTIONMAGAZINE
CLASSIFICHE

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy