clip image028 clip image030

logo fmi

Appuntamento d'agosto col trofeo Maxienduro e Scrambler alla Festa Alpini di Gorle

scrambler20agostoFormula modificata per l'occasione ed ospiti speciali per la gara numero quattro del Trofeo

Comunicato stampa 20.08.2019

Un mese dopo la bella gara disputata nelle Langhe, a Roddi, il trofeo dedicato maxi tassellate, scrambler e special riaccende i motori per il quarto appuntamento della stagione e si sposta in un contesto assolutamente nuovo con una formula divertente ed adattata alla speciale occasione: sarà la Festa Alpini di Gorle ad accogliere sabato prossimo, 24 agosto, il round che potrebbe assegnare una prima ipoteca per i titoli 2019.

La kermesse solidale voluta dal sei volte campione del mondo di enduro Giovanni Sala ed organizzata dal Moto Club Chieve con Offroad Berghem ed Alpini di Gorle, ospiterà, infatti, nel programma della sua sedicesima edizione la penultima sfida del Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019.
Quartier generale dell’evento sarà il Centro Sportivo di Gorle, appena fuori Bergamo; il programma di gara di maxienduro e scrambler prevede un percorso di 15 chilometri da ripetere tre volte con tre transiti nel cross test di 2500 metri circa, oltre a – novità assoluta per il trofeo - tre prove di enduro country di cinque giri ciascuna con partenza al cancelletto nella stessa modalità delle gare di motocross.

L’appuntamento per i piloti del trofeo è fissato già da venerdì 23 agosto dalle ore 21:00 alle 22:30 per le operazioni preliminari, che continueranno comunque anche sabato 24 mattina dalle 7:30 alle 8:30. Il via della gara è previsto alle ore 9:00.


Nicola Di Piero

Tra i protagonisti più accreditati per una fuga verso il successo stagionale ci sono sicuramente il piemontese Roberto “Fantaroby” Fantaguzzi (Montesa 4Ride – MC 100Torri), leader della classifica assoluta e della classe Scrambler Light, e Nicola “Traverso” Di Piero (KTM – MC Mariotti Loreto), secondo nella assoluta a 9 punti da Fantaguzzi ed a sua volta leader della classe maxienduro biclindriche con 15 lunghezze di vantaggio sul veneto Mauro Ballardin (BMW – La Marca Trevigiana).

Sfida aperta nella Scrambler Heavy, dove Gian Luca Gonnelli (Fantic Caballero 500 – MC White Blue Team)e Stefano Scapin (Fantic Caballero 500 – MC Ardosa) si misurano sia per la vittoria di classe sia per la Caballero Cup della stessa cilindrata. A condurre il gioco è Gonnelli con un attivo di 48 punti, mentre Scapin è staccato di 16 lunghezze.


Irene Cicognani

Ancora tutto da definire nella classe maxienduro monocilindriche, dove Irene Cicognani (Yamaha – MC Winter Bikes), leader solitaria della classifica rosa, deve invece difendere il primato nelle mono da Oreste Ticozzelli (Suzuki DR350 – MC Magenta), secondo di classe con un distacco di 12 punti.

Ad animare la gara di Gorle saranno anche alcuni ospiti d’eccezione, quale Bruno Birbes (U.S. Leonessa d` Italia 1903), veterano dei tempi leggendari della Dakar che prenderà il via con una special Moto Guzzi 750,, o il pilota di rally raid Paolo Caprioni (KTM - MC Argenta), ed ancora gli enduristi Rudy Moroni (KTM Farioli – MC Lago D’Iseo) e Giovanni Gritti (Husqvarna - Fast Team Africa Dream Racing) …


Gian Luca Gonnelli

Non mancheranno ovviamente al via tutti i protagonisti della Caballero Cup e del Challenge Bmw Motorrad.

Appuntamento da non perdere questa penultima prova del Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019, con un motivo in più per esserci visto lo scopo benefico della Festa Alpini di Gorle: come tradizione il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla missione "Project Feminin" di Atar, in Mauritania, guidata dalla religiosa cilena Suor Isolina.

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 24 agosto - Gorle (BG) - Moto Club Chieve
  • 6 ottobre - Chieve (CR) - Moto Club Chieve
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.it

Trofeo Maxienduro e Scrambler, Roberto Fantaguzzi si conferma leader nella gara di casa

fantaguzziIl pilota piemontese continua la serie positiva imponendosi nella prova organizzata dal Moto Club 100 Torri.

 
Comunicato stampa 21.07.2019

Il caldo estivo non ha fermato i piloti del trofeo dedicato a scrambler e maxi tassellate, che si sono sfidati per la terza delle cinque prove stagionali a Roddi, in provincia di Cuneo, sul bel percorso disegnato dal MC 100 Torri su scorrevoli strade bianche tra i vigneti delle Langhe.

Partita a poca distanza dal bel castello che sovrasta il borgo piemontese, la gara ha impegnato i piloti per tre tornate del percorso, pari a 75 chilometri complessivi, e quattro passaggi nella prova speciale fettucciata, tecnica e guidata, realizzata in un prato pianeggiante.

 

Ad imporsi in tutti i transiti della prova speciale è stato Roberto “Fantarobi” Fantaguzzi (Montesa 4Ride - MC Cento Torri), che ha centrato così il successo numero tre della stagione 2019 sia nella classifica assoluta sia nella Scrambler Light. Dietro di lui, al secondo posto assoluto, il sempre efficace Nicola Di Piero (MC Mariotti Loreto) sulla grossa KTM 950, vincitore per la terza volta della classe maxienduro bicilindriche, e secondo in classifica generale del trofeo a sole nove lunghezze dal leader Fantaguzzi.

Sul terzo gradino del podio assoluto di Roddi è salito l’endurista Oreste Ticozzelli (Suzuki DR350 - MC Magenta), per la prima volta al via del trofeo. Quarto posto per Davide Mandotti (MC AMC 93) che portato al debutto agonistico la Fantic Caballero 500 Rally; quinto a sorpresa Davide Carbone (SWM - MC Vittorio Alfieri), presidente del Comitato Regionale FMI Piemonte, ex endurista tornato in gara per questo divertente appuntamento dopo nove anni di assenza dalle competizioni.

 

Nella classe Scrambler Light comandata da Fantaguzzi, il secondo posto di giornata è andato a Roberto Bianchini (Montesa 4Ride - MC Perla del Tirreno) che, grazie ad un secondo posto nella prova di apertura a Roma ed al terzo posto di Spoleto, occupa sempre la seconda posizione di classe nel trofeo a 20 punti dal capofila. Terzo posto per il presidente del MC Alfieri Giorgio Bandoli, che ha conquistato anche la vittoria della Caballero Cup per la stessa classe scrambler "leggera".

 

Nella Scrambler Heavy sono saliti sul podio rispettivamente al primo ed al secondo posto i già citati Davide Mandotti, vincitore anche della Caballero Cup per la stessa categoria, e Valter Carbone. Terzo posto per Stefano Scapin (MC Ardosa) su Fantic Caballero 500, e quarto Gian Luca Gonnelli, anche lui su Fantic 500.
Grazie ai punti conquistati a Roddi Gonnelli mantiene la prima posizione della Caballero Cup classe heavy.

 

Sfida sul filo dei decimi di secondo tra Andrea Montanari (MC Winter Bikes) ed il veneto Mauro Ballardin (BMW - La Marca Trevigiana) per la posizione d’onore della classe maxi bicilindriche: ad avere la meglio è stato Montanari che ha portato la sua Africa Twin 750 al secondo posto con soli 77 centesimi di vantaggio su Ballardin.

La classifica di trofeo delle enduro twin vede sempre più al comando Di Piero, oggi con 60 punti al suo attivo, seguito al secondo posto da Ballardin a quota 45; in terza posizione c'è Montanari che accorcia le distanze e si trova a sole sette lunghezze dal pilota veneto.

 
 

Nella classe maxienduro monocilidriche vittoria a Roddi per Ticozzelli che ha preceduto il pilota del MC 100 Torri Andrea Prato, secondo su Honda Dominator, ed Irene Cocognani (MC Winter Bikes) terza in gara e prima della classe mono nella classifica del trofeo.

Gara sfortunata per il pilota delle special Alessandro Morganti (MC Vernio), fermo a pochi chilometri dal traguardo per un problema tecnico della sua Harley Davidson.

Per la classifica monomarca BMW vittoria di Mauro Ballardin su Nicola Palomba (MC Ponte San Giovanni). Terzo Michele Fabris (MC Porto Viro).

 

Chiuso così il terzo appuntamento della stagione, il trofeo Maxienduro e Scrambler osserverà una breve sosta estiva per ritornare presto tra le fettucce, sabato 24 agosto, con la prova numero quattro organizzata dal Moto Club Chieve nell’ambito della manifestazione ENDURO ALPINI GORLE.

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI Classifiche Gara 2/2019 SPOLETO

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 24 agosto - Gorle (BG) - Moto Club Chieve
  • 6 ottobre - Chieve (CR) - Moto Club Chieve
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.it
 
 
 

Press release & Photo TambooGarage
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
condividi su facebook
condividi su twitter
invia ad un amico
www.trofeoscramblermaxienduro.it
Facebook
Instagram
Website
Copyright © 2019 FXACTION tutti i diritti riservati
FX ACTION SaS - Via Tremaiola, 136 55045 Marina di Pietrasanta (LU) 
Fax 0584 267095 - Mob. 338 7830809 (Roberto Bianchini) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Trofeo Maxienduro e Scrambler si avvia al giro di boa con alcuni aggiustamenti di calendario

maxienduroDopo le due belle gare disputate al Roma Motodays ed a Spoleto il trofeo dedicato a maxi tassellate, special e scrambler si avvia all'appuntamento estivo di metà stagione con alcune modifiche per quanto riguarda date e località di svolgimento: la variazione più importante riguarda la gara prevista per il 7 luglio a Crema, che viene posticipata al 24 agosto e sarà organizzata dal Moto Club Chieve a Gorle (BG) nell'ambito della manifestazione Enduro Alpini Gorle.
L'altra modifica riguarda la prova del 6 ottobre, che non si svolgerà in Toscana bensì a Chieve (CR), sempre ad opera del MC Chieve.
La gara del giro di boa, terza delle cinque in calendario, diventa pertanto quella del 21 luglio organizzata ad Alba (CN) dal Moto Club 100 Torri.

 

« In accordo con la FMI ed i moto club abbiamo apportato alcune variazioni utili a trovare le migliori location per le prossime manifestazioni. - ha detto Roberto Bianchini di FXAction - Ho già effettuato una ricognizione in Piemonte, nella zona cuore del Barolo, dove il Moto Club 100 Torri organizzerà il terzo appuntamento del trofeo: Roddi, con il suo magnifico castello, e le colline circostanti saranno lo spendido scenario della attesa prova di luglio »

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019
Calendario aggiornato

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 24 agosto - Gorle (BG) - Moto Club Chieve
  • 6 ottobre - Chieve (CR) - Moto Club Chieve
 
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.it
 
 
 

Press release & Photo TambooGarage

Bosisio Parini per cuori forti

bosisioSpettacolo incredibile all’ultima prova del campionato italiano Rider-Expert, con i titoli tutti in ballo. Anche nei quad è grande show!

 
 

Bosisio Parini (LC) – Emozioni a raffica nell’ultima prova del campionato italiano motocross Rider-Expert. Sulla pista di Bosisio Parini, ottimamente preparata dal moto club Parini, i piloti hanno regalato uno spettacolo davvero memorabile.

Ad essere ricordata a lungo sarà soprattutto l’ultima manche della Mx1, in cui i colpi di scena si sono susseguiti davvero senza tregua. Dopo un bel terzo posto in gara-1, Fabio Torsiello (Yamaha – Fast Cross) aveva un bel vantaggio da gestire su Nicola Dolce (KTM – Esanatoglia) per assicurarsi il titolo della Expert. Ma al via della batteria conclusiva, la moto del piemontese si è ammutolita, lasciandolo clamorosamente al palo. Un’autostrada libera per Dolce, quindi, che però è partito ultimissimo, e così ha dovuto esibirsi in una rimonta disperata per riacciuffare i punti che gli servivano per vincere il campionato.

Alla fine il marchigiano ce l’ha fatta, aggiudicandosi la giornata davanti ad Alex Vota (Yamaha – Orbassano) e Riccardo Quaglio (Yamaha – Mx Revel) e il titolo tricolore. Onore delle armi per Torsiello, sconfitto solo dalla malasorte dopo una grande stagione.

 

Non meno emozionante la corsa al titolo della Rider. Ivo Lasagna (Honda – Panicale) aveva battuto nettamente Federico Angelici (Honda – Tnt) in gara-1 e lo aveva scavalcato in vetta alla classifica, ma in gara-2 il pilota laziale ha trovato la forza di reagire e, con una prova praticamente perfetta, ha vinto manche e campionato. Staccato di poche decine di metri il validissimo Lasagna, che si è aggiudicato l’assoluta di giornata, ma non ha recuperato abbastanza punti ad Angelici per conquistare il titolo. Terzo in gara e in campionato Federico Zuin (Yamaha – Marigo).

 

Micol Pacini (Yamaha – Team Fix) è il nuovo campione della Mx2 Expert. Il romagnolo ha conquistato matematicamente il titolo grazie alla vittoria nella prima manche, la quinta su cinque disputate. L’obiettivo della perfect season per Pacini è sfumato in gara-2, a causa di una serie di cadute che l’ha costretto nelle retrovie. Successo di manche e di giornata per Lorenzo Maffini (Husqvarna – Berbenno), con Pacini secondo e Gianluca Truzzi (KTM – Nuvolari) terzo.

Tanta incertezza anche nella Mx2 Rider, dove alla fine a spuntarla è stato Alessandro Mei (Yamaha – Fermignanese), autore di una gara matura e vincitore di giornata. Arsenio Fausti (TM – Fagioli), secondo in gara-1, ha perso le chance di titolo nella seconda manche, in cui è stato solo nono. Sul podio di Bosisio Parini, dietro a Mei, sono saliti Tommaso Ascorti (Husqvarna – Quattro T) e Davide Marelli (KTM – Aquile del Lura).

 
 

Allo spettacolo del motocross si sono aggiunti i quadcross, che vedevano al via tutti i migliori specialisti italiani della disciplina. Tra loro il migliore è stato il campione in carica Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli), che ha colto la prima vittoria dell’anno con una splendida doppietta. Il romano ha recuperato tanti punti su Patrick Turrini (Yamaha – Gf Racer), quarto assoluto. Al secondo posto si è piazzato Andrea Cesari (Yamaha – Tity & Amarenas), mentre Paolo Galizzi (Yamaha – Gf Racer) è stato terzo.

Ivo Lasagna, ancora scottato dal titolo della Rider Mx1 perso per un soffio, si è rifatto vincendo la gara dei sidecar insieme al fratello Ivan, in sella al suo WMC Zabel. Secondo posto per Bernardini – Pasqui (KTM – Baglioni) e terzo per Migno – Gualatrucci.


Lasagna/Lasagna Ph.Carlo Landucci

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO 
FXACTIONMAGAZINE

CLASSIFICHE

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
condividi su facebook
condividi su twitter
invia ad un amico
www.fxactionmagazine.it
www.fxaction.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy