clip image028 clip image030

logo fmi

TECHNOMOUSSE presenta la sua nuova brand identity

 
logo homeÈ un anno ricco di novità, cambiamenti e nuove sfide per il marchio TechnoMousee, Azienda italiana leader nella produzione di innovativi sistemi anti-foratura per il settore offroad delle due ruote. Dopo il recente lancio della linea "BLACK MAMBA" appositamente studiata per il mondo bike ed e-bike, l'azienda bresciana lancia una rinnovata brand identity, declinata nel nuovo logo e nel rinnovato sito internet dalle linee pulite e altamente fruibili che si sposa perfettamente con le caratteristiche tecniche dei suoi prodotti e con lo stile ed il mondo dinamico, energico ed adrenalinico del mondo delle due ruote Off-road.
La nuova immagine aziendale porta in primo piano gli aspetti emozionali e tecnici dei prodotti a marchio TechnoMousse, grazie ad un linguaggio di immagini, grafiche e di contenuti del tutto nuovi. La scelta di stravolgere totalmente il logo aziendale e con esso l'intera identità di brand porta con sè il desiderio di posizionarsi sul mercato in modo altamente riconoscibile e caratterizzante, con l'ambizioso obbiettivo di comunicare visivamente la  stessa cura ed attenzione per i dettagli che l'Azienda impiega da sempre nella ricerca, sviluppo e produzione dei suoi prodotti.
 
 
“Il rebranding del marchio TechnoMousse arriva in un momento per noi molto importante. Nel corso degli ultimi mesi, abbiamo lavorato duramente su più fronti con l'obiettivo da un lato di sviluppare un prodotto sempre più performante e dall'altro di costruire un nuovo spirito aziendale e affinare il nostro approccio al settore, conservando la fiducia dei nostri partner storici e ottenendo importanti riconoscimenti da nuovi clienti nazionalie ed internazionali. Forti di questi risultati, lanciamo la nostra nuova immagine con un rinnovato entusiasmo e con l'energia che da sempre contraddistingue il marchio TechnoMousse e il mondo che rappresenta ” 
 
Marco Boletti - Sales Director -
 
 
 
 
 
 
 

 
 

Il nuovo logo TechnoMousse nasce dal preciso connubio di un lettering hi-tech, veloce e deciso, ed un pittogramma che in maniera stilizzata fonde una T ed una M -le due iniziali del marchio- per disegnare il profilo di una montagna. Al dinamismo e all’adrenalina si affianca quindi l’elemento naturale, l’outdoor. L’habitat d’eccellenza dei prodotti TechnoMousse, il loro terreno di massima espressione e soprattutto il luogo simbolo di ogni sfida, il vero motore di chi -come noi- sceglie di fare degli action sport uno stile di vita.

Tecnologia, contemporaneità, dinamismo e montagna trovano nel nuovo logo TechnoMousse una rinnovata sintesi, un’accurata traduzione in scelte grafiche e cromatiche che ben simboleggia e racconta il nuovo corso del brand.


 

REPLICHE MX PONTE A EGOLA - AUTOMOTOTV E SPORTIVI

AUTOMOTOTV

 
LUNEDI' 02/09 ORE 17:30 - MX 125 GARA 1
 
MARTEDI' 03/09 ORE 11:00 - MX1 GARA 1
MARTEDI' 03/09 ORE 19:00 - MX2 GARA 1
 
MERCOLEDI' 04/09 ORE 15:30 - MX1 GARA 2
 
GIOVEDI' 05/09 ORE 10:30 - MX2 GARA 2
 
VENERDI' 06/09 ORE 07:00 - MX 125 GARA 2
 
SABATO 07/09 ORE 10:00 - MX SUPERCAMPIONE
 
 
 
SPORTIVI'
 
LUNEDI 02/09 ORE 18:30 - MX 125 GARA 1
 
MARTEDI' 03/09 ORE 12:30 - MX1 GARA 1
MARTEDI' 03/09 ORE 19:00 - MX2 GARA 1
 
MERCOLEDI' 04/09 ORE 10:00 - MX1 GARA 2
 
GIOVEDI' 05/09 ORE 11:30 - MX2 GARA 2
 
VENERDI' 06/09 ORE 10:00 - MX 125 GARA 2

A Gorle vince Gritti e Fantaguzzi ipoteca il titolo assoluto

gritti

L'ospite Giovanni Gritti vince l'assoluta, mentre Roberto Fantaguzzi incassa altri punti utili per la corsa al successo 2019.

 
Comunicato stampa 25.08.2019

Esperimento riuscito per la quarta prova del Trofeo Maxienduro e Scrambler, che, inserita nella kermesse dell’Enduro Alpini di Gorle, ha fornito spettacolo nello spettacolo.

Per nulla preoccupati doversi misurare su un tracciato dedicato principalmente all’enduro specialistico di altissimo livello, i piloti del divertente trofeo tassellato hanno esaltato il pubblico anche e soprattutto nelle due batterie con partenza al cancelletto che si sono svolte nel pomeriggio, durante le quali si sono impegnati in spettacolari confronti gomito a gomito fino alla bandiera a scacchi.

 

Nutrita la presenza di ospiti su moto d’eccezione, come rallysta Paolo Caprioni (MC 4401 Argenta) che ha gareggiato con la sua KTM versione africana, pronta per affrontare le lunghe tappe desertiche, o l’endurista Giovanni Gritti (Fast Team / Africa Dream) che ha portato alla vittoria assoluta la bella BMW bicilindrica con cui corre anche il campionato regolarità.

 

Al via anche il dakariano Bruno Birbes (US Leonessa d’Italia) in sella alla Moto Guzzi da lui preparata, che è salito sul podio per ritirare il premio che viene tradizionalmente assegnato in ogni gara del trofeo alla special più bella.

 

Alternandosi sul fettucciato con i blasonati piloti di enduro presenti alla tradizionale kermesse gorlese voluta dal pluricampione mondiale Giovanni Sala ed organizzata dal Moto Club Chieve con Offroad Berghem ed Alpini di Gorle, i protagonisti del Trofeo FMI Maxienduro e Scrambler hanno effettuato nel corso della mattinata tre transiti cronometrati di tipo prettamente enduristico, e due manche di tipo crossistico nel pomeriggio, i cui tempi sono stati sommati per la classifica finale.

A spartirsi la vittoria dei primi tre passaggi in speciale sono stati Roberto Fantaguzzi (Montesa – MC 100Torri), che ha staccato due volte il miglior tempo, e Giovanni Gritti, vincitore di un passaggio; Gritti è stato però imprendibile nella bagarre di motocross, dove si è imposto in entrambi round.

 

Sul podio assoluto di giornata sono saliti così nell’ordine il vincitore Gritti, poi Fantaguzzi, secondo, e, terzo, Alberto Ballardin (KTM – Old Farm Racing), anche lui iscritto nella categoria ospiti, e figlio di Mauro Ballardin (BMW – MC LM Trevigiana) immancabile protagonista di tutte le prove del trofeo. Quarto posto assoluto per Davide Mandotti (A.M.C.93), veloce e spettacolare, e capace di portare la sua scrambler Fantic 500 tra le zone altissime dalla classifica. Quinto assoluto Nicola Di Piero (KTM – MC Mariotti Loreto).

Con i punti incassati in questa gara, la penultima della stagione, Roberto “Fantaroby” Fantaguzzi mette una seria ipoteca sul titolo assoluto grazie ad un bottino di 80 punti, ovvero 14 in più del tenace inseguitore Nicola Di Piero. Stessa situazione per Fantaguzzi anche nella classe Scrambler Light, dove il piemontese conduce dopo la vittoria gorlese a quota 80 con un vantaggio di 14 lunghezze su Roberto Bianchini (Montesa – MC Perla del Tirreno), il quale nella gara degli alpini è salito sul secondo gradino del podio precedendo Francesco Bernardi (Fantic 125 – MC Parma).

 

Nella classe Scrambler Heavy vittoria del già citato Davide Mandotti, che ha preceduto Gian Luca Gonnelli (MC White Blue Team) e Stefano Scapin (MC Ardosa), entrambi su Fantic Caballero 500. Quarta posizione per Michele Fabbris (BMW – MC Porto Viro). 
Ad una gara dal termine, la classifica di trofeo delle scrambler 500 vede Gonnelli in testa con 65 punti ad un soffio dal titolo grazie a 18 lunghezze di vantaggio sull’inseguitore Scapin. Terzo a 40 punti è Mandotti che ha però preso parte a due sole gare delle quattro disputate.

 

Titolo della classe Maxienduro Bicilindriche alla portata di Nicola Di Piero, che, grazie alla vittoria di classe in questo appuntamento, porta ad 80 punti il suo bottino con un vantaggio di 18 lunghezze su Mauro Ballardin, secondo qui a Gorle. Il terzo in gara delle maxi twin è stato Tommaso Monti (MC Winter Bikes) sulla Africa Twin 750, che ha preceduto Rino Dal Bosco (MC Major Moto) sulla più moderna Africa Twin CRF1000. Solo sesto Andrea Montanari (Honda AT750 – MC Winter Bikes) che conserva però la terza posizione in classifica del trofeo a quota 48 punti, cinque in più del compagno di team Tommaso Monti.

Nella Maxienduro Monociclindriche, dove si è registrata l’assenza di Irene Cicognani, il primo gradino del podio è andato ad Oreste Ticozzelli (Suzuki – MC Magenta), che conduce ora la classifica di trofeo.

 

Spettacolare la gara del vincitore della classe Special Alessio Morganti (Harley-Davidson – MC Vernio), che, per nulla preoccupato del confronto crossistico, ha guidato con determinazione la sua 883 tassellata producendosi in numerosi sorpassi.
La classifica della categoria Ospiti ha visto la vittoria di Gritti su Alberto Ballardin, secondo, e Caprioni, terzo sul podio.

Nel monomarca BMW Motorrad Challenge ha vinto nuovamente Mauro Ballardin che ha preceduto Michel Fabbris e Nicola Palomba (MC Ponte San Giovanni). 
La Caballero Cup classe 500 segna la vittoria in gara per Davide Mandotti davanti a Gonnelli e Scarpin; vittoria nella cilindrata minore per Bernardi.

 

Il trofeo delle maxi tassellate e scrambler manda così in archivio il quarto atto del 2019 con grande soddisfazione di Roberto Bianchini, rappresentante del promoter FXAction, per i buoni progressi registrati dal torneo tricolore in questa stagione. L’appuntamento è per il gran finale del 6 ottobre prossimo a Chieve (CR): la gara sarà curata anche in questo caso dal Moto Club Chieve.

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI Classifiche
GARA 4 GORLE (BG) sabato 24 agosto 2019

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 24 agosto - Gorle (BG) - Moto Club Chieve
  • 6 ottobre - Chieve (CR) - Moto Club Chieve
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.it
 

Appuntamento d'agosto col trofeo Maxienduro e Scrambler alla Festa Alpini di Gorle

scrambler20agostoFormula modificata per l'occasione ed ospiti speciali per la gara numero quattro del Trofeo

Comunicato stampa 20.08.2019

Un mese dopo la bella gara disputata nelle Langhe, a Roddi, il trofeo dedicato maxi tassellate, scrambler e special riaccende i motori per il quarto appuntamento della stagione e si sposta in un contesto assolutamente nuovo con una formula divertente ed adattata alla speciale occasione: sarà la Festa Alpini di Gorle ad accogliere sabato prossimo, 24 agosto, il round che potrebbe assegnare una prima ipoteca per i titoli 2019.

La kermesse solidale voluta dal sei volte campione del mondo di enduro Giovanni Sala ed organizzata dal Moto Club Chieve con Offroad Berghem ed Alpini di Gorle, ospiterà, infatti, nel programma della sua sedicesima edizione la penultima sfida del Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019.
Quartier generale dell’evento sarà il Centro Sportivo di Gorle, appena fuori Bergamo; il programma di gara di maxienduro e scrambler prevede un percorso di 15 chilometri da ripetere tre volte con tre transiti nel cross test di 2500 metri circa, oltre a – novità assoluta per il trofeo - tre prove di enduro country di cinque giri ciascuna con partenza al cancelletto nella stessa modalità delle gare di motocross.

L’appuntamento per i piloti del trofeo è fissato già da venerdì 23 agosto dalle ore 21:00 alle 22:30 per le operazioni preliminari, che continueranno comunque anche sabato 24 mattina dalle 7:30 alle 8:30. Il via della gara è previsto alle ore 9:00.


Nicola Di Piero

Tra i protagonisti più accreditati per una fuga verso il successo stagionale ci sono sicuramente il piemontese Roberto “Fantaroby” Fantaguzzi (Montesa 4Ride – MC 100Torri), leader della classifica assoluta e della classe Scrambler Light, e Nicola “Traverso” Di Piero (KTM – MC Mariotti Loreto), secondo nella assoluta a 9 punti da Fantaguzzi ed a sua volta leader della classe maxienduro biclindriche con 15 lunghezze di vantaggio sul veneto Mauro Ballardin (BMW – La Marca Trevigiana).

Sfida aperta nella Scrambler Heavy, dove Gian Luca Gonnelli (Fantic Caballero 500 – MC White Blue Team)e Stefano Scapin (Fantic Caballero 500 – MC Ardosa) si misurano sia per la vittoria di classe sia per la Caballero Cup della stessa cilindrata. A condurre il gioco è Gonnelli con un attivo di 48 punti, mentre Scapin è staccato di 16 lunghezze.


Irene Cicognani

Ancora tutto da definire nella classe maxienduro monocilindriche, dove Irene Cicognani (Yamaha – MC Winter Bikes), leader solitaria della classifica rosa, deve invece difendere il primato nelle mono da Oreste Ticozzelli (Suzuki DR350 – MC Magenta), secondo di classe con un distacco di 12 punti.

Ad animare la gara di Gorle saranno anche alcuni ospiti d’eccezione, quale Bruno Birbes (U.S. Leonessa d` Italia 1903), veterano dei tempi leggendari della Dakar che prenderà il via con una special Moto Guzzi 750,, o il pilota di rally raid Paolo Caprioni (KTM - MC Argenta), ed ancora gli enduristi Rudy Moroni (KTM Farioli – MC Lago D’Iseo) e Giovanni Gritti (Husqvarna - Fast Team Africa Dream Racing) …


Gian Luca Gonnelli

Non mancheranno ovviamente al via tutti i protagonisti della Caballero Cup e del Challenge Bmw Motorrad.

Appuntamento da non perdere questa penultima prova del Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019, con un motivo in più per esserci visto lo scopo benefico della Festa Alpini di Gorle: come tradizione il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla missione "Project Feminin" di Atar, in Mauritania, guidata dalla religiosa cilena Suor Isolina.

 

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 24 agosto - Gorle (BG) - Moto Club Chieve
  • 6 ottobre - Chieve (CR) - Moto Club Chieve
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy