clip image028 clip image030

logo fmi

Il Trofeo Maxienduro e Scrambler si avvia al giro di boa con alcuni aggiustamenti di calendario

maxienduroDopo le due belle gare disputate al Roma Motodays ed a Spoleto il trofeo dedicato a maxi tassellate, special e scrambler si avvia all'appuntamento estivo di metà stagione con alcune modifiche per quanto riguarda date e località di svolgimento: la variazione più importante riguarda la gara prevista per il 7 luglio a Crema, che viene posticipata al 24 agosto e sarà organizzata dal Moto Club Chieve a Gorle (BG) nell'ambito della manifestazione Enduro Alpini Gorle.
L'altra modifica riguarda la prova del 6 ottobre, che non si svolgerà in Toscana bensì a Chieve (CR), sempre ad opera del MC Chieve.
La gara del giro di boa, terza delle cinque in calendario, diventa pertanto quella del 21 luglio organizzata ad Alba (CN) dal Moto Club 100 Torri.

 

« In accordo con la FMI ed i moto club abbiamo apportato alcune variazioni utili a trovare le migliori location per le prossime manifestazioni. - ha detto Roberto Bianchini di FXAction - Ho già effettuato una ricognizione in Piemonte, nella zona cuore del Barolo, dove il Moto Club 100 Torri organizzerà il terzo appuntamento del trofeo: Roddi, con il suo magnifico castello, e le colline circostanti saranno lo spendido scenario della attesa prova di luglio »

Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI 2019
Calendario aggiornato

  • 10 marzo - Roma Motodays - Moto Club Milani
  • 1 maggio - Spoleto (PG) - Moto Club Spoleto
  • 21 luglio - Alba (CN) - Moto Club 100 Torri
  • 24 agosto - Gorle (BG) - Moto Club Chieve
  • 6 ottobre - Chieve (CR) - Moto Club Chieve
 
Tutte le info su www.trofeoscramblermaxienduro.it
 
 
 

Press release & Photo TambooGarage

Bosisio Parini per cuori forti

bosisioSpettacolo incredibile all’ultima prova del campionato italiano Rider-Expert, con i titoli tutti in ballo. Anche nei quad è grande show!

 
 

Bosisio Parini (LC) – Emozioni a raffica nell’ultima prova del campionato italiano motocross Rider-Expert. Sulla pista di Bosisio Parini, ottimamente preparata dal moto club Parini, i piloti hanno regalato uno spettacolo davvero memorabile.

Ad essere ricordata a lungo sarà soprattutto l’ultima manche della Mx1, in cui i colpi di scena si sono susseguiti davvero senza tregua. Dopo un bel terzo posto in gara-1, Fabio Torsiello (Yamaha – Fast Cross) aveva un bel vantaggio da gestire su Nicola Dolce (KTM – Esanatoglia) per assicurarsi il titolo della Expert. Ma al via della batteria conclusiva, la moto del piemontese si è ammutolita, lasciandolo clamorosamente al palo. Un’autostrada libera per Dolce, quindi, che però è partito ultimissimo, e così ha dovuto esibirsi in una rimonta disperata per riacciuffare i punti che gli servivano per vincere il campionato.

Alla fine il marchigiano ce l’ha fatta, aggiudicandosi la giornata davanti ad Alex Vota (Yamaha – Orbassano) e Riccardo Quaglio (Yamaha – Mx Revel) e il titolo tricolore. Onore delle armi per Torsiello, sconfitto solo dalla malasorte dopo una grande stagione.

 

Non meno emozionante la corsa al titolo della Rider. Ivo Lasagna (Honda – Panicale) aveva battuto nettamente Federico Angelici (Honda – Tnt) in gara-1 e lo aveva scavalcato in vetta alla classifica, ma in gara-2 il pilota laziale ha trovato la forza di reagire e, con una prova praticamente perfetta, ha vinto manche e campionato. Staccato di poche decine di metri il validissimo Lasagna, che si è aggiudicato l’assoluta di giornata, ma non ha recuperato abbastanza punti ad Angelici per conquistare il titolo. Terzo in gara e in campionato Federico Zuin (Yamaha – Marigo).

 

Micol Pacini (Yamaha – Team Fix) è il nuovo campione della Mx2 Expert. Il romagnolo ha conquistato matematicamente il titolo grazie alla vittoria nella prima manche, la quinta su cinque disputate. L’obiettivo della perfect season per Pacini è sfumato in gara-2, a causa di una serie di cadute che l’ha costretto nelle retrovie. Successo di manche e di giornata per Lorenzo Maffini (Husqvarna – Berbenno), con Pacini secondo e Gianluca Truzzi (KTM – Nuvolari) terzo.

Tanta incertezza anche nella Mx2 Rider, dove alla fine a spuntarla è stato Alessandro Mei (Yamaha – Fermignanese), autore di una gara matura e vincitore di giornata. Arsenio Fausti (TM – Fagioli), secondo in gara-1, ha perso le chance di titolo nella seconda manche, in cui è stato solo nono. Sul podio di Bosisio Parini, dietro a Mei, sono saliti Tommaso Ascorti (Husqvarna – Quattro T) e Davide Marelli (KTM – Aquile del Lura).

 
 

Allo spettacolo del motocross si sono aggiunti i quadcross, che vedevano al via tutti i migliori specialisti italiani della disciplina. Tra loro il migliore è stato il campione in carica Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli), che ha colto la prima vittoria dell’anno con una splendida doppietta. Il romano ha recuperato tanti punti su Patrick Turrini (Yamaha – Gf Racer), quarto assoluto. Al secondo posto si è piazzato Andrea Cesari (Yamaha – Tity & Amarenas), mentre Paolo Galizzi (Yamaha – Gf Racer) è stato terzo.

Ivo Lasagna, ancora scottato dal titolo della Rider Mx1 perso per un soffio, si è rifatto vincendo la gara dei sidecar insieme al fratello Ivan, in sella al suo WMC Zabel. Secondo posto per Bernardini – Pasqui (KTM – Baglioni) e terzo per Migno – Gualatrucci.


Lasagna/Lasagna Ph.Carlo Landucci

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO 
FXACTIONMAGAZINE

CLASSIFICHE

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
condividi su facebook
condividi su twitter
invia ad un amico
www.fxactionmagazine.it
www.fxaction.it

L’italiano Rider Expert verso il gran finale

partenzaQuarta e ultima prova del campionato amatori a Bosisio Parini. Tornano in gara anche quad e sidecarcross

 
Comunicato stampa FXAction 12.06.2019

Atto finale per il campionato italiano motocross Rider-Expert. Sulla pista lecchese di Bosisio Parini, per la regia del moto club Parini, il 15 e 16 giugno si assegnano i titoli nazionali delle categorie riservate agli amatori del tassello.

La gara di Ponte Sfondato, sospesa quasi subito a causa del maltempo, ha prodotto risultati utili solo per la Mx1. Fabio Torsiello (Yamaha – Fast Cross) è passato in testa alla classifica della Expert, grazie alla sua vittoria e al dodicesimo posto di Nicola Dolce (KTM – Esanatoglia), costretto alla resa dal fango profondo. Il terzo in campionato è Mattia Giampieri (Yamaha – Fagioli), l’ultimo ancora matematicamente in grado di competere per il titolo, anche se con grande distacco.

Nella Rider si gioca tutto sul filo di lana tra Federico Angelici (Honda – Tnt) e Ivo Lasagna (Honda – Panicale). Angelici ha un vantaggio molto ridotto e non potrà accontentarsi di fare una gara d’attesa: dovrà per forza di cose precedere il rivale, almeno in una manche. Per Federico Zuin (Yamaha – Marigo), invece, c’è da sperare solo in un miracolo.

Le categorie della Mx2 non hanno corso a Ponte Sfondato, per cui la classifica di campionato è rimasta quella maturata dopo la gara di Fermo. Nella Expert è ancora in testa a punteggio pieno Micol Pacini (Yamaha – Team Fix), davanti a Leonardo Lazzeri (Kawasaki – Aretina) e Flavio Capuccini (KTM – Tuscia Racing).

 
 

Incertezza più totale nella Rider, dove Alessandro Mei (Yamaha – Fermignanese) comanda grazie a una serie di piazzamenti regolari, ma senza nessuna vittoria. Subito alle sue spalle ci sono Manuel Baruffa (Honda – Panicale), Giuseppe Di Carlo (Husqvarna – Kaiatia) e Arsenio Fausti (TM – Fagioli), tutti racchiusi in meno di 100 punti. Anche i vincitori delle due tappe singole, Antonio Giordano (KTM – Cerbone) e Daniele Rastelli (Yamaha – Guerrieri), sulla carta hanno buone chance di vittoria del campionato.

A Bosisio Parini torneranno in scena i protagonisti dell’italiano quad e sidecarcross, che per calendario non erano impegnati a Ponte Sfondato. Patrick Turrini (Yamaha – Gf Racer), reduce dal podio nel campionato europeo in Estonia, arriva più carico che mai per difendere la sua leadership dagli attacchi del campione in carica Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli). Tanta fiducia anche per Paolo Galizzi (Yamaha – Gf Racer), protagonista anch’egli di un’ottima prova nell’europeo e galvanizzato da una pista che conosce molto bene.

Nei sidecar è attesa la “vendetta” di Lasagna-Lasagna (WMC Zabel – Panicale), costretti a rinunciare alla vittoria a Fermo a causa di un imprevisto meccanico. Mattoni-Gualatrucci (WSP Zabel – Baglioni), primi nella tappa marchigiana, cercheranno di replicare il risultato a sorpresa e recuperare ancora punti in classifica.

 
 

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO 
FXACTIONMAGAZINE

CLASSIFICHE
 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
condividi su facebook
condividi su twitter
invia ad un amico
www.fxactionmagazine.it
www.fxaction.it

A Ponte Sfondato arriva solo Torsiello

torsielloCondizioni estreme alla terza prova dell’italiano Rider-Expert: gara interrotta dopo la prima manche Mx1 per il troppo fango. Il piemontese della Yamaha è l’unico pilota al traguardo a pieni giri

 
 

MONTOPOLI DI SABINA (RI) - Ponte Sfondato per uomini duri. Nella terza prova del campionato italiano motocross Rider-Expert la grande protagonista è la pioggia, che spinge al limite (e anche oltre) piloti, pista e mezzi meccanici.

Nonostante il grande sforzo organizzativo del moto club Wyss Motorsport, la manifestazione si chiude dopo la prima manche della classe Mx1, a causa del fango che ha ormai reso impraticabile ogni punto del tracciato. Una decisione, quella della direzione di gara, che anticipa di qualche minuto un temporale violentissimo, il cui arrivo dissipa ogni dubbio residuo sulla possibilità di proseguire con le gare.

 

Una sola manche in scena, quindi: quella della Mx1, che assomiglia più a una sfida di sopravvivenza che a una gara di cross. Unico pilota al traguardo è Fabio Torsiello (Yamaha – Fast Cross), che proprio all’ultimo giro supera il padrone di casa Federico Angelici (Honda – Tnt), costretto a fermarsi poche decine di metri prima del traguardo con la moto in avaria. Nonostante non arrivi alla bandiera a scacchi, Angelici è comunque secondo assoluto, perché anche tutti gli altri piloti sono costretti ad arrendersi al fango.

Con questo successo, Torsiello passa in testa alla classifica della categoria Expert, precedendo sul podio di Ponte Sfondato Mattia Giampieri (Yamaha – Fagioli) e Giacomo Giammaria (Yamaha – Racing Terni). Solo nono Nicola Dolce (KTM – Esanatoglia), rimasto a lungo impantanato in mezzo alla pista.

Nella Rider Angelici è davanti ai suoi rivali per il campionato, Ivo Lasagna (Honda – Panicale) e Federico Zuin (Yamaha – Marigo). In totale, dei 26 partenti, solo 12 risultano classificati, cioè con almeno il 50% della gara percorso.

 

La prossima prova del campionato italiano Rider-Expert sarà l’ultima, a Bosisio Parini (LC) il 15 e 16 giugno, con la speranza che il meteo sia più clemente e consenta a tutti i piloti di giocarsi le proprie chance. All’appuntamento saranno presenti anche quad e sidecarcross.

Nella Rider Angelici è davanti ai suoi rivali per il campionato, Ivo Lasagna (Honda – Panicale) e Federico Zuin (Yamaha – Marigo). In totale, dei 26 partenti, solo 12 risultano classificati, cioè con almeno il 50% della gara percorso.

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO 
FXACTIONMAGAZINE

CLASSIFICHE
 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy