clip image028 clip image030

logo fmi

Maxime Renaux, il francese nel bel paese

Maxime Renaux- Il pilota del team SM Action sarà al via dell’italiano Prestige: “Le piste che non conosco le studio su Youtube” -

@FXAction

Tra i sicuri protagonisti del Prestige ci sarà anche un francese.

Maxime Renaux, 19enne di Sedan, è uno dei pupilli della Yamaha. Da due stagioni è affidato alle cure del team SM Action e nel 2019 lo vedremo spesso sulle nostre piste, perché, oltre al mondiale, farà anche le gare del campionato italiano.

Renaux avrà come compagno di team il campione in carica, Michele Cervellin. Ma non sembra troppo preoccupato da una presenza così ingombrante sotto la sua stessa tenda.

“So che Michele è il campione in carica – commenta – e sicuramente sarà difficile arrivargli davanti. Però io parto per vincere tutte le gare a cui partecipo, non ho mai obiettivi diversi”.

Farai tutto il campionato italiano?

“L’intenzione è quella di fare tutte le gare, ma la stagione mondiale è lunghissima e quindi valuteremo la situazione nel corso dell’anno”.

Ti sei fatto un’idea del livello degli avversari che troverai?

“Sì. Chiaramente conosco Michele, e oltre a lui anche i piloti che ho avuto come avversari alle gare di campionato europeo. In più mi è capitato di incrociare qualcuno in pista durante gli allenamenti. Credo che ci sia un buon livello in questo campionato”.

Come ti stai trovando in Italia?

“Molto bene, il team è ottimo e c’è un bel feeling. Il mio allenatore è francese e io, quando ho un po’ di tempo libero, torno a casa per salutare la mia famiglia. Però la maggior parte del tempo la passo qui in Italia con gli italiani e devo dire che sto bene con tutti”.

Conosci le piste su cui si correrà quest’anno il campionato italiano?

“Non tutte. Savignano naturalmente sì, visto che è la pista del team. E poi anche Castel San Pietro, che è abbastanza vicina. Però altre, come per esempio Cingoli e Montevarchi, non le ho mai viste e sono curioso di correrci. Cercherò di farci un allenamento prima delle gare, altrimenti mi guarderò qualche video su Youtube… Di solito faccio così”.

Ci sono differenze tra le piste francesi e quelle italiane?

“Più o meno sono simili. Nel nord della Francia abbiamo molte piste sabbiose, perché c’è il mare, ma ho visto che anche in Italia c’è Rosolina che ha una bella sabbia, quindi direi che siamo pari”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy