clip image028 clip image030

logo fmi

Ponte a Egola dice Bernardini e Forato

foratoIl toscano della Yamaha sfrutta le disavventure di Lupino e allunga in classifica. L’alfiere di Maddii festeggia la prima vittoria, ma Cervellin resiste con la tabella rossa. Nella 125 doppietta di Roncoli

 
Comunicato stampa FXAction 01.09.2019
 

San Miniato - Grande giornata di gare al Santa Barbara di Ponte a Egola, nel territorio di San Miniato, per la quinta prova del campionato italiano Maxxis Prestige. Samuele Bernardini e Alberto Forato portano a casa le coppe dei vincitori di categoria, dopo una serie di manche memorabili per spettacolarità e colpi di scena, sul tracciato perfettamente preparato dal moto club Pellicorse.

 

CRONACA – Mx1 gara 1

Scatto bruciante di Bernardini, che prova la fuga, ma alle sue spalle si porta rapidamente Lupino. Dopo un paio di giri di battaglia, il campione italiano passa al comando. I giochi sembrano fatti, invece Lupino è costretto al ritiro per un problema alla sua Kawasaki: Bernardini ha la strada spianata per la vittoria, con Philippaerts secondo, Pezzuto terzo, Bersanelli quarto e Croci quinto.

Mx1 gara 2

Lupino parte in testa, ma cade subito dopo il via e riparte ultimo. Ne approfitta ancora Bernardini, che si avvia verso la doppietta. Nel finale però il capoclassifica allenta troppo la tensione e Pezzuto prova a sorprenderlo: Bernardini resiste, mentre Philippaerts sfrutta la bagarre e strappa la seconda posizione a Pezzuto. Il piemontese rischia addirittura di perdere il podio, perché Lupino risale come una furia e quasi lo supera all’ultimo giro. Quinto chiude Savioli.

Mx2 gara 1

Lapucci scatta come un fulmine e fa il vuoto alle sue spalle. È l’unico a non godersi lo spettacolo, visto che dietro di lui Forato, Cervellin, Guadagnini, Zonta, Renaux e Lesiardo mettono in scena una battaglia senza respiro. Forato riesce a emergere dal gruppone e prendersi la piazza d’onore, mentre Guadagnini conquista il terzo posto. Quarto termina un combattivo Zonta e quinto Renaux.

Mx2 gara 2

Lapucci indovina ancora la partenza migliore, ma commette un errore e precipita indietro. Cervellin eredita il comando e per qualche giro tiene duro, nonostante corra con un polso infortunato. Guadagnini lo sorpassa, ma subito dopo scivola e lascia il comando a Lesiardo, che allunga va a prendersi la sua prima vittoria stagionale. Secondo arriva un regolare Renaux, davanti a Forato, che nel finale supera Guadagnini. Lapucci, scatenato, risale fino alla quinta posizione.

 

Supercampione

Con un grande scatto, Simone Croci (KTM – Bbr Offroad) si aggiudica la holeshot Ufo Plast. Dopo un paio di giri il lombardo lascia strada a Lesiardo e Forato, che a loro volta vengono superati da Lupino. Il viterbese va a vincere la manche, come magra consolazione per un weekend nerissimo, davanti a proprio a Forato e Lesiardo. Bernardini amministra al quarto posto e quinto arriva l’intramontabile Philippaerts.

 

ASSOLUTE

Allungo forse decisivo di Samuele Bernardini (Yamaha – Bbr Offroad) nella corsa al titolo della Mx1. Il toscano, grazie anche alle disavventure di Lupino, ha ora un vantaggio importantissimo da gestire nell’ultima prova di Castel San Pietro. Per David Philippaerts (Yamaha – Gorlese) un secondo posto assoluto che dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, che non si diventa campioni del mondo per caso. Bravo Stefano Pezzuto (KTM – Bbr Offroad), terzo e sempre a ridosso dei primissimi.

Nella Fast Ramon Savioli (Husqvarna – Moto Racing Rieti) è il trionfatore della giornata, nonostante qualche disavventura di troppo. Dietro di lui ci sono Alessandro Contessi (Kawasaki – Parini) e Alessandro Albertoni (Yamaha – Ruote Artigliate).

La classe 2 tempi premia Pier Filippo Bertuzzo (Yamaha – Fermignanese) su Gianluca Deghi (KTM – Cairatese) ed Emanuele Alberio (Husqvarna – Bbr Offroad).

Alberto Forato (Husqvarna – Ardosa) festeggia la sua prima vittoria stagionale nel campionato Prestige, davanti a Nicholas Lapucci (KTM – Fermignanese) e Morgan Lesiardo (KTM – Parini). Michele Cervellin (Yamaha – Fiamme Oro) resiste di un soffio in testa alla classifica, grazie ai punti conquistati col settimo posto assoluto.

Nuovo successo per Kevin Cristino (KTM – Major Motor) nella Fast, a pari punti col compagno di squadra Lorenzo Corti (KTM – Parini). Al terzo posto si piazza Nicolò Folli (Yamaha – Parma).

125

Esperimento riuscito per il primo evento di italiano Prestige con l’inserimento dei 125 Junior nel programma di gara. Su una pista formativa come poche, Andrea Roncoli (Husqvarna – O Ragno 114) porta a casa una grande doppietta e la tabella rossa, precedendo Mirko Valsecchi (KTM – Mx Garda Lake) e Raffaele Giuzio (KTM – Cairatese).

CAMPIONATO ITALIANO MOTOCROSS PRESTIGE

16-17 marzo CINGOLI - MC Fagioli
13-14 aprile MONTEVARCHI - MC Brilli Peri
01-02 giugno SAVIGNANO SUL PANARO – MC Migliori
29-30 giugno MALPENSA – MC MV Gallarate
31 agosto – 01 settembre PONTE A EGOLA – MC Pellicorse
05-06 ottobre CASTEL SAN PIETRO – MC Castel S.Pietro Terme

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO 
FXACTIONMAGAZINE

CLASSIFICHE

Italiano Prestige, si riparte!

start MX1 mxreportLa pista di Ponte a Egola ospita la quinta e penultima prova del massimo campionato nazionale di motocross – In gara anche i giovani della 125 Junior

 
Comunicato stampa FXAction 27.08.2019

L’appuntamento si avvicina: sabato 31 agosto e domenica 1 settembre torna il campionato italiano Prestige.

Dopo una sosta di due mesi, il tricolore riservato ai migliori piloti di motocross del Paese si ritrova a Ponte a Egola, frazione di San Miniato, nel Pisano, per la quinta e penultima prova del 2019. Organizzazione a cura del moto club Pellicorse, che in questi giorni sta effettuando la manutenzione al tracciato e a tutte le infrastrutture dell’impianto in vista dell’evento.

La gara della Malpensa, l’ultima prima della pausa estiva, ha scombinato totalmente l’andamento del campionato, sia nella classe Mx1 che nella Mx2.

 

Samuele Bernardini (Yamaha – Bbr Offroad) si presenta nella sua Toscana dopo aver conquistato la tabella rossa della classe regina. Il pilota del team Ghidinelli ha un risicato vantaggio su Alessandro Lupino (Kawasaki – Fiamme Oro), tornato in piena forma dopo il brutto infortunio che l’aveva rallentato alla Malpensa. Ci si attende una sfida entusiasmante.

 

Dietro ai due dominatori, il capoclassifica della Fast, Ramon Savioli(Husqvarna – Moto Racing Rieti), è uno dei protagonisti in grado d’inserirsi nella lotta per il podio. Insieme a lui ci sono Davide De Bortoli (Honda – Krosteam Gaerne) e Stefano Pezzuto (KTM – Bbr Offroad). Attenzione al ritorno in pista di Giovanni Bertuccelli (Honda – Pardi), tabella rossa del Supermarecross e fermo da diversi mesi per infortunio.

Nella classe Mx2 il primato di Michele Cervellin (Yamaha – Fiamme Oro) è in bilico. Il campione in carica si è infortunato alla Malpensa e la sua presenza a Ponte a Egola è ancora incerta: la riserva sulla sua partecipazione si scioglierà solo all’ultimo.

 

Tanti avversari sono pronti ad approfittare dei guai del Cerve. In primis Mattia Guadagnini (Husqvarna – Ardosa), secondo in classifica e fresco campione europeo 125, nonché vincitore della gara della Malpensa. Ma anche Maxime Renaux (Yamaha – Migliori Sm Action) e Alberto Forato (Husqvarna – Ardosa) hanno buone chance di rientrare in corsa per il titolo. Senza contare i possibili vincitori di giornata, come Nicholas Lapucci (KTM – Fermignanese), Morgan Lesiardo (KTM – Parini), Andrea Adamo (Yamaha – Migliori Sm Action) e Joakin Furbetta (Husqvarna – Dmx Motorsport).

 

Nella categoria Fast la situazione vede Kevin Cristino (KTM – Major Motor) in testa davanti a Lorenzo Corti (KTM – Parini), suo compagno di squadra nel team Maggiora Park, e a Paolo Ricciutelli (Honda – Pardi).

La gara di Ponte a Egola vedrà per la prima volta un’interessantissima accoppiata. Insieme alle manche del Prestige, infatti, si disputerà anche la seconda finale del campionato italiano Junior 125. In testa alla classifica al momento c’è Daniel Gimm (Yamaha Mx Junior Team), seguito da Andrea Roncoli (Husqvarna – O Ragno 114 Torino) e Pietro Razzini (Yamaha Mx Junior Team).

La diretta tv dell’evento partirà alle 9,40. Tutte le manche saranno trasmesse sul canale Youtube FXAction Live, sulla pagina Facebook FXAction e sulle pagine Facebook ufficiali delle varie nazioni 24Mx. Inoltre la diretta è garantita da Mediasport Channel (canale 814 di Sky) e Sportivì.

Quest’ultimo è visibile sui seguenti canali del digitale terrestre: Piemonte, Lombardia, Veneto e Liguria LCN188, Trentino Alto Adige LCN117, Friuli Venezia Giulia LCN173, Emilia Romagna LCN219, Toscana LCN296 e Lazio LCN 185.

Tutti i canali trasmettono secondo i parametri che saranno obbligatori a partire dal 2020, ovvero Mpeg-4 (SD H264), quindi sono visibili su tutti i televisori di ultima generazione (tv – decoder hd) previa nuova sintonizzazione dell’apparecchio.

CAMPIONATO ITALIANO MOTOCROSS PRESTIGE

16-17 marzo CINGOLI - MC Fagioli
13-14 aprile MONTEVARCHI - MC Brilli Peri
01-02 giugno SAVIGNANO SUL PANARO – MC Migliori
29-30 giugno MALPENSA – MC MV Gallarate
31 agosto – 01 settembre PONTE A EGOLA – MC Pellicorse
05-06 ottobre CASTEL SAN PIETRO – MC Castel S.Pietro Terme

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO 
FXACTIONMAGAZINE

CLASSIFICHE
 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Calendario Campionato Italiano Motocross Prestige MX1 e MX2 2019

a) ELITE - Piloti classificati dalla posizione 1 alla 70;

b) FAST - Piloti classificati dalla posizione 71 alla 800;

  • 16-17/03/2019 CINGOLIM.C. FAGIOLI
  • 13-14/04/2019 MONTEVARCHI M.C. BRILLI PERI
  • 01-02/06/2019 SAVIGNANO SUL PANARO M.C. MIGLIORI
  • 29-30/06/2019 MALPENSA M.C. MV GALLARATE
  • 31/08-01/09/2019 PONTE A EGOLA M.C. PELLICORSE
  • 5-6/10/2019 CASTEL SAN PIETRO M.C. CASTEL SAN PIETRO TERME

Samuele Bernardini vola alla Malpensa

bernardini 1Tripletta per il toscano della Yamaha, che diventa nuova tabella rossa della Mx1. Nella Mx2 prima vittoria per Guadagnini.

 
Comunicato stampa FXAction 30.06.2019

Cardano al Campo – Alla Malpensa Samuele Bernardini vola più degli aerei.

Il toscano della Yamaha – Bbr Offroad domina completamente la quarta prova del campionato italiano Prestige, corsa sulla storica pista che costeggia l’aeroporto milanese, e diventa il nuovo leader della classifica della Mx1.

Risultati a sorpresa anche nella Mx2, dove Mattia Guadagnini conquista la prima vittoria della sua carriera nel campionato Prestige, dopo gare piene di sorpassi e colpi scena.

Grande protagonista, insieme ai piloti, è il caldo record. Così forte che la direzione di gara decide di tagliare di 5 minuti la durata delle manche, per scongiurare il rischio di malori da parte dei piloti. Buono comunque il lavoro sulla pista del moto club MV Gallarate, sempre pronto a sistemare il terreno con i mezzi meccanici e il sistema d’irrigazione.

 

CRONACA – MX1 Gara 1
Samuele Bernardini prende subito il comando, mentre una caduta di gruppo alla prima curva coinvolge anche il capoclassifica Alessandro Lupino (Kawasaki – Fiamme Oro) e Simone Furlotti (KTM – Castellarano). Le prime tre posizioni rimangono stabili per tutta la manche: Bernardini gestisce il vantaggio su Ramon Savioli (Husqvarna – Moto Racing Rieti) e Stefano Pezzuto (KTM – Bbr Offroad). Per la quarta posizione bella battaglia tra l’ucraino Volodymir Tarasov (KTM) ed Edoardo Bersanelli (Yamaha – Parma). Furlotti finisce tredicesimo, mentre Lupino, rallentato anche dai postumi del recente infortunio alla schiena, non va oltre la ventesima posizione.
Gara 2
Holeshot di Bernardini, che in pochi giri costruisce un vantaggio enorme sugli inseguitori. Davide De Bortoli (Honda – Krosteam Gaerne) ha la meglio su Furlotti nella sfida per la piazza d’onore, con Pezzuto quarto e Savioli quinto. Lupino, ancora una volta alle prese con una lunga rimonta dalle retrovie, è sesto.

 

MX2 – Gara 1
Andrea Adamo (Yamaha – Migliori Sm Action) parte davanti a tutti, tallonato da Tommaso Isdraele Romano (KTM – Megan Racing) e una pattuglia di scalmanati inseguitori. Tra questi emerge Alberto Forato (Husqvarna – Ardosa), che supera uno a uno tutti gli avversari e va a vincere d’autorità. Per il secondo posto continua la battaglia, con Mattia Guadagnini (Husqvarna – Ardosa) che alla fine riesce ad avere la meglio su Adamo, Giuseppe Tropepe (Yamaha – Bbr Offroad), il poleman Maxime Renaux (Yamaha – Sm Action) e il capoclassifica Michele Cervellin (Yamaha – Fiamme Oro), tutti al traguardo in una ventina di metri.
Gara 2
Ancora Adamo protagonista allo start: il giovane siciliano comanda nuovamente un pacchetto di mischia infernale, con dieci piloti racchiusi in pochi secondi. Intorno a metà gara è Gianluca Facchetti (Yamaha – Somma Lombardo) a rilevare il comando, mentre Adamo continua a lottare come un leone per difendere la piazza d’onore dagli attacchi del suo caposquadra Cervellin. All’ultima curva i due si toccano e rovinano a terra, lasciando il secondo posto a Guadagnini e il terzo a Renaux. Forato è quarto e Isdraele Romano quinto.

 

SUPERCAMPIONE
Cervellin e Adamo, usciti malconci dalla caduta di poco prima, non prendono il via alla gara. La holeshot Ufo Plast è di Lupino, che finalmente trova una partenza perfetta, ma Bernardini oggi è più in palla e lo va a riprendere, facendo sua la terza manche di giornata. Lupino si accontenta della seconda piazza, con De Bortoli terzo. Furlotti e Pezzuto completano il dominio dei piloti Mx1, mentre Guadagnini, sesto, è primo della Mx2.

 

CLASSIFICHE ASSOLUTE
Tripletta pesantissima quella di Samuele Bernardini, che, approfittando delle disavventure di Alessandro Lupino, passa in testa alla classifica di campionato. Il viterbese, infatti, è solo settimo assoluto. Sul podio della Malpensa con Bernardini ci sono Davide De Bortoli e Stefano Pezzuto.
Nella Fast Mx1 Ramon Savioli emula Bernardini, con vittoria di giornata e conquista della tabella rossa. Il podio accoglie anche Alessandro Contessi (Kawasaki – Parini) e Davide Bertugli (Husqvarna – Castellarano), rispettivamente secondo e terzo .
Emanuele Alberio (Husqvarna – Bbr Offroad) si aggiudica la gara della 300 2 tempi. Lo seguono Pier Filippo Bertuzzo (Yamaha - Fermignanese) e Gianluca Deghi (KTM - Cairatese), tabella rossa di categoria.
La Mx2 è terreno di caccia del team Maddii. Mattia Guadagnini conquista il suo primo successo nel campionato Prestige e il compagno di squadra Alberto Forato chiude secondo. Maxime Renaux, terzo, salva l’onore del team Sm Action, scottato per la frittata tra Cervellin e Adamo. Cervellin che comunque mantiene la tabella rossa.
Con la seconda vittoria consecutiva, Kevin Cristino (KTM – Major Motor) allunga in testa alla classifica della Fast. Alle sue spalle a Malpensa ci sono Raffaele Giuzio (KTM – Cairatese) e Lorenzo Corti (KTM – Parini).

I podi di Cardano al Campo mandano in vacanza il campionato italiano Prestige. La prossima gara si svolgerà tra due mesi esatti, il 30 agosto e 1 settembre, a Ponte a Egola.

CAMPIONATO ITALIANO MOTOCROSS PRESTIGE

16-17 marzo CINGOLI - MC Fagioli
13-14 aprile MONTEVARCHI - MC Brilli Peri
01-02 giugno SAVIGNANO SUL PANARO – MC Migliori
29-30 giugno MALPENSA – MC MV Gallarate
31 agosto – 01 settembre PONTE A EGOLA – MC Pellicorse
05-06 ottobre CASTEL SAN PIETRO – MC Castel S.Pietro Terme

CONTINUA A LEGGERE SUL SITO 
FXACTIONMAGAZINE

CLASSIFICHE
 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy